La Onlus Genitori e Autismo è orgogliosa di presentare il centro ABA.CO dove un primo gruppo di bambini autistici ha iniziato a dicembre 2011 un percorso educativo di tipo comportamentale. La conduzione e la gestione del progetto di educazione comportamentale (ABA) per soggetti nello spettro autistico è effettuata tramite la Cooperativa Sociale ABA.CO costituita appositamente per questo. La Cooperativa ABA.CO è formata da sole donne, mamme di bambini autistici che credono nella riabilitazione dei propri figli e pensano che l’impegno comune di genitori, consulenti e terapisti possa essere uno strumento efficace per riuscire a raggiungere il massimo miglioramento delle loro vite.

 

Anche lo studio che fornisce la consulenza professionale al progetto (Steps- Consulenza ABA) è costituito da sole donne.

L'ABA.CO è nato grazie alla possibilità che lla SMS G. Verga ci ha offerto: ristrutturare dei locali non più in uso nel plesso di via Pietro Romualdo Pirotta 95. Dopo mesi di lavoro volontario da parte di genitori e sostenitori dell'associazione, a dicembre 2011 il Centro ha avviato le attività.

L’inaugurazione ufficiale di ABA.CO ha avuto luogo  il 15 dicembre 2011, ecco di seguito il video dell'inaugurazione.

E' possibile vedere anche le foto scattate nell'occasione.

L'oggetto e la finalità del progetto

Costituire a Roma un Centro dove vengano accolti bambini da 2 a 12 anni con diagnosi di autismo e che vengano seguiti da esperti in educazione comportamentale di tipo ABA con l'obiettivo di migliorare in modo significativo il loro comportamento con benefici in termini di qualità della vita sia dei bambini stessi sia delle loro famiglie a loro volta coinvolte nella formazione e nel progetto educativo.

Ogni programma sarà completamente differente dall’altro nel rispetto dell’individualità del soggetto preso in carico. Il progetto prevede il consolidamento e l’ampliamento di un’offerta educativa che metta il bambino in condizione di poter esprimere al meglio le proprie potenzialità cognitive, affettive e relazionali. La finalità ultima del progetto è la reale integrazione del bambino nel suo ambiente di vita che si realizzerà attraverso lo sviluppo della sua personalità e l’acquisizione di saperi, competenze, autonomie personali, strumentali e sociali. Anche la famiglia sarà direttamente coinvolta nell’attività di formazione proprio per essere in prima fila nell’applicazione del metodo educativo stesso.

I risultati attesi sono:

  • Il miglioramento della qualità di vita dei bambini con autismo.
  • Il miglioramento della qualità della vita della famiglia.
  • Il miglioramento dell’immagine del bambino con autismo come persona educabile.
  • Il miglioramento soggettivo della qualità di vita del bambino (maggiore serenità) attraverso la gestione e/o l’estinzione dei problemi di comportamento.
  • Il miglioramento dell’autostima del bambino attraverso il successo in compiti adeguati all’età di sviluppo e alle predisposizioni individuali.
  • Il miglioramento oggettivo della sua qualità di vita ( maggiore competenza)  attraverso:
  • il miglioramento delle prestazioni nelle aree di sviluppo (imitazione, percezione, motricità globale, motricità
  • fine, coordinamento occhio-mano, prestazioni cognitive, abilità cognitive);
  • il miglioramento dell’autonomia personale;
  • il miglioramento delle capacità linguistiche, comunicative e sociali;
  • la preparazione ad una vita adulta indipendente nei limiti delle possibilità individuali.

 

Per ulteriori informazioni vi rimandiamo al sito ufficiale dell'ABA.CO

La Onlus Genitori e Autismo è lieta di presentare il centro ABA.CO dove un primo gruppo di bambini autistici inizia in questo mese di dicembre 2011 un percorso educativo di tipo comportamentale.

 

 

La conduzione e la gestione del progetto di educazione comportamentale (ABA) per soggetti nello spettro autistico è effettuata tramite la Cooperativa Sociale ABA.CO costituita appositamente per questo.

La Cooperativa ABA.CO è formata da sole donne, mamme di bambini autistici che credono nella riabilitazione dei propri figli e pensano che l’impegno comune di genitori, consulenti e terapisti possa essere uno strumento efficace per riuscire a raggiungere il massimo miglioramento delle loro vite.

 

Anche lo studio che fornisce la consulenza professionale al progetto (Steps- Consulenza ABA) è costituito da sole donne.

 

 

L’inaugurazione di ABA.CO avverrà presso la SMS G. Verga (succ.) in via Pietro Romualdo Pirotta 95 – ROMA

 

 

GIOVEDI’ 15 DICEMBRE 2011

ore 16,30

 

 

con la partecipazione del Presidente del Municipio VII Roberto Mastrantonio e il patrocinio di Roma Capitale

 

 

Siete tutti invitati a partecipare estendendo l’invito a tutti gli interessati al progetto

 

 

 

Oggetto e finalità del progetto

 

Costituire a Roma un Centro dove vengano accolti bambini da 2 a 12 anni con diagnosi di autismo e che vengano seguiti da esperti in educazione comportamentale di tipo ABA con l'obiettivo di migliorare in modo significativo il loro comportamento con benefici in termini di qualità della vita sia dei bambini stessi sia delle loro famiglie a loro volta coinvolte nella formazione e nel progetto educativo.

 

Ogni programma sarà completamente differente dall’altro nel rispetto dell’individualità del soggetto preso in carico.

Il progetto prevede il consolidamento e l’ampliamento di un’offerta educativa che metta il bambino in condizione di poter esprimere al meglio le proprie potenzialità cognitive, affettive e relazionali. La finalità ultima del progetto è la reale integrazione del bambino nel suo ambiente di vita che si realizzerà attraverso lo sviluppo della sua personalità e l’acquisizione di saperi, competenze, autonomie personali, strumentali e sociali.

Anche la famiglia sarà direttamente coinvolta nell’attività di formazione proprio per essere in prima fila nell’applicazione del metodo educativo stesso.

 









 

 

 

Risultati attesi

 

Il miglioramento della qualità di vita dei bambini con autismo.

Il miglioramento della qualità della vita della famiglia.

Il miglioramento dell’immagine del bambino con autismo come persona educabile.

Il miglioramento soggettivo della qualità di vita del bambino (maggiore serenità) attraverso la gestione e/o l’estinzione dei problemi di comportamento.

Il miglioramento dell’autostima del bambino attraverso il successo in compiti adeguati all’età di sviluppo e alle predisposizioni individuali.

Il miglioramento oggettivo della sua qualità di vita ( maggiore competenza) attraverso:

  • il miglioramento delle prestazioni nelle aree di sviluppo (imitazione, percezione, motricità globale, motricità

fine, coordinamento occhio-mano, prestazioni cognitive, abilità cognitive);

  • il miglioramento dell’autonomia personale;

  • il miglioramento delle capacità linguistiche, comunicative e sociali;

  • la preparazione ad una vita adulta indipendente nei limiti delle possibilità individuali.

Tuesday the 25th. .